Insegnamenti (3)

Lunedì, 09 Luglio 2012 20:50

Padre e figlio

Scritto da

Un bambino ed il suo papà erano seduti sul treno. Il viaggio sarebbe durato un'ora circa. Il padre si siede comodamente e si mette a leggere una rivista per distrarsi.

Ad un certo punto il bambino lo interrompe e domanda: "Cos'è quello, papà?". L'uomo si volta per vedere quello che gli aveva indicato il bambino e risponde: "E' una fattoria." Incomincia di nuovo a leggere quando il bambino gli domanda un'altra volta: "Quando arriveremo, papà?". Il padre gli risponde che manca ancora molto.

Aveva di nuovo cominciato a leggere la sua rivista quando un'altra domanda del bambino lo interrompe e così per tantissime altre volte. Il padre disperato cerca la maniera di distrarre il bambino.

Vede sulla rivista che stava leggendo la figura del mappamondo, la rompe in molti pezzetti e li da al figlio invitandolo a ricostruire la figura del mappamondo. Così si siede felice sul suo sedile convinto che il bambino sarebbe stato occupato per tutto il resto del viaggio.

Aveva appena cominciato a leggere di nuovo la sua rivista quando il bambino esclama: "ho terminato". "Impossibile! Non posso crederci! Come hai potuto ricostruire il mondo in così poco tempo?" Però il mappamondo era stato ricostruito perfettamente. Allora il padre gli domanda di nuovo: "Come hai potuto ricostruire il mondo così rapidamente?"

Il bambino risponde: "Non mi sono fissato sul mondo, dietro al foglio c'era la figura di un uomo, ho ricostruito l'uomo e il mondo si è aggiustato da solo!"

Dal web

 
Lunedì, 19 Dicembre 2011 11:32

La vita

Scritto da

"Un ragazzino e suo padre passeggiavano tra le montagne…

All'improvviso il ragazzino inciampò, cadde e, facendosi male, urlò: "AAAhhhhhhhhhhh!!!"
Con suo gran stupore il bimbo sentì una voce venire dalle montagne che ripeteva:
"AAAhhhhhhhhhhh!!!"

Con curiosità, egli chiese: "Chi sei tu?"
E ricevette la risposta: "Chi sei tu?"
Dopo il ragazzino urlò: "Io ti sento! Chi sei?"
E la voce rispose: "Io ti sento! Chi sei?"

Infuriato da quella risposta egli urlò: "Codardo"
E ricevette la risposta: "Codardo!"

Allora il bimbo guardò suo padre e gli chiese: "Papà, che succede?"
Il padre gli sorrise e rispose:"Figlio mio, ora stai attento:"

E dopo l'uomo gridò: "Tu sei un campione!"
La voce rispose: "Tu sei un campione!"

Il figlio era sorpreso ma non capiva.
Allora il padre gli spiegò: "La gente chiama questo fenomeno ECO ma in realtà è VITA.
La Vita, come un'eco, ti restituisce quello che tu dici o fai.
La vita non è altro che il riflesso delle nostre azioni.

Se tu desideri più amore nel mondo, devi creare più amore prima nel tuo cuore e poi intorno a te...

Se vuoi che la gente ti rispetti, devi tu rispettare gli altri per primo....

Questo principio va applicato in ogni cosa, in ogni aspetto della vita; la Vita ti restituisce ciò che tu hai dato ad essa....

La nostra Vita non è un insieme di coincidenze,
è lo specchio di noi stessi....!

(Dal web)

 
Domenica, 01 Maggio 2011 09:23

Innamorato della Croce

Scritto da

Siamo da sempre abituati a vedere immagini dell'amato papa Giovanni Paolo II in vari viaggi, in incontri, in discorsi, in omelie...ma quelle che mi colpiscono da sempre sono quelle in cui lo ritraggono col suo pastorale in mano.

La croce di Cristo usata come vessillo di una fede salda, come carta d'identità, come arma, come scudo, come conforto, come bastone a cui appoggiarsi, come amica...

Innamorato della Croce da sempre, l'ha abbracciata con tutto se stesso fino a diventarne una cosa sola.

Croce di messaggio e di speranza, di forza e di liberazione.

Chiave che apre tutte le porte serrate. Soprattutto le porte di tanti cuori induriti.

E mi sembra di rivederlo andare leggero, come spinto dal vento verso la vetta senza la consapevolezza di averla già raggiunta da un pezzo.

Ora tocca a noi decidere se armarci della croce di Cristo per vincere le nostre paure ed anelare la vetta.

Lui il messaggio ce l'ha lasciato in tanti modi, in tanti discorsi, ma soprattutto con la sua vita.

(AMC)

NON ABBIATE PAURA DELLA SOFFERENZA E DELLA MORTE!
Poiché la croce di Cristo è il segno d'amore e di salvezza, non deve sorprenderci
che ogni amore autentico richiede sacrificio. Non abbiate
paura allora quando l'amore è esigente. Non abbiate paura quando
l'amore richiede sacrificio. Non abbiate paura della croce di Cristo. La
croce è l'Albero della Vita. è sorgente di ogni gioia e di ogni pace. Era
l'unico modo per Gesù di arrivare alla risurrezione e al trionfo. è l'unico
modo per noi di partecipare alla sua vita, ora e sempre.
GIOVANNI PAOLO II, Discorso ai giovani di Auckland – 22 novembre 1986