Potenziamento della rete idrica, arrivato il momento della svolta

Previste la ricerca di nuove sorgenti e la sostituzione delle tubazioni

Gazzetta del Sud del 20 Luglio 2017

Duecentomila euro di finanziamento, di cui dovrà restituire una piccola parte in venti anni. È quanto ha ottenuto il comune di Acquaro dalla Regione Calabria per l’ammodernamento e il potenziamento della rete idrica. A comunicarlo è il primo cittadino, Giuseppe Barilaro, che ringrazia il presidente Mario Oliverio per «l’attenzione e la sensibilità - ha specificato - con cui ha ascoltato le nostre esigenze» e ancora «per averci consentito di guardare con maggiore serenità al futuro».
Dal punto di vista dell’approvvigionamento, infatti, non è stato un periodo dei migliori per il paese, che ha avuto dei problemi già a inizio giugno, cosa mai verificatosi a memoria d’uomo. Questo ha portato a realizzare dei controlli, attraverso cui «è stata riscontrata la drastica diminuzione della portata dell’acqua potabile». Nel particolare, precisa Barilaro, «una delle due captazioni risulta totalmente esaurita, mentre l’altra si è ridotta in misura superiore al 50 per cento, cui va aggiunto l’oggettivo degrado della rete di collegamento dalle sorgenti alle vasche di raccolta, costituita da tubi vecchissimi e interessata da innumerevoli perdite». Si tratta di una situazione che, continua ancora il primo cittadino, «crea forti disagi alla popolazione, compromessa nel suo diritto essenziale all’erogazione dell’acqua pubblica». Ciò, quindi, ha indotto a rivolgersi alla regione Calabria, nel caso specifico al presidente Oliverio, il quale, «prendendo atto della significativa problematica si è interessato personalmente alla vertenza». Da qui l’erogazione del finanziamento di 200mila euro, elargito con decreto dell’ingegnere Domenico Pallaria. Una somma che, secondo il parere di Barilaro «non costituisce uno dei “soliti” finanziamenti che consentono solo di realizzare un’opera importante, ma è un contributo che, mediante il rifacimento dell’intera rete di collegamento delle sorgenti ai serbatoi e la realizzazione di nuove fonti, risolverà in modo definitivo e per moltissimi anni il problema dell’approvvigionamento idrico di Acquaro centro». E questa soluzione, a parere del sindaco, «dà ulteriore vigore alla decisione, a suo tempo da noi assunta, di tagliare definitivamente l’oneroso cordone ombelicale che ci legava alla Sorical».
Infatti il comune di Acquaro è stato, a inizio del primo mandato di Barilaro, uno tra i primi a tagliare i ponti con il bacino dell’Alaco. «Da parte nostra - le conclusioni - continueremo nell’opera intrapresa di ammodernamento del paese, pur consapevoli che qualunque altra opera riusciremo a realizzare in futuro non avrà la medesima valenza sociale di questa».

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.